l’Ue frena la Germania: Troppi aiuti alle imprese, “Così è concorrenza sleale”

Ue frena la Germania

Bruxelles rallenta l’economia tedesca

Bruxelles rallenta l’economia tedesca dichiarando le richieste della Germania una concorrenza sleale nei confronti degli altri paesi membri.Secondo quanto riportato dal quotidiano tedesco Handelsblatt, la vicepresidente Vestager ha bloccato la richiesta di Berlino di erogare prestiti sopra gli 800 mila euro alle aziende con una garanzia dello Stato al 100%. Bruxelles teme una situazione di squilibrio con gli altri Paesi Ue, tra cui Italia, Spagna e Francia dove i prestiti per quest’ultimi sono lontani dalle somme destinate alla Germania, per tanto, una simile proposta secondo Bruxelles potrà essere solo bocciata.

La situazione

In pratica, secondo Bruxelles La Germania non solo ha già prelevato molto di più, ma vorrebbe oltre passare anche i limiti . Dopo aver già superato i mille miliardi di aiuti, sotto varie forme, per l’emergenza coronavirus, il ministro dell’economia Peter Altmeir, conservatore, e il ministro delle Finanze Olaf Scholz, hanno chiesto a Bruxelles di ampliare il tetto al credito di 800 mila euro garantito al 100% dallo Stato, per dare un maggiore supporto alle imprese tedesche davanti alla crisi.

Angela Merkel può permettersi di essere generosa con le sue aziende, ma non certo in questo modo, e la pandemia ha fatto cadere il tabù dello schwarze Null, il pareggio di bilancio.

Ma ora il freno è a Bruxelles. Margarethe Vestager, la commissaria danese per la Concorrenza e vice presidente della Commissione guidata dalla tedesca Ursula von Der Leyen, starebbe opponendo «una feroce resistenza» alle richieste di Berlino mettendo a dura prova L’europa.

Recommended For You

Avatar

About the Author: Notiziepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *