La supremazia quantistica di Google

La supremazia quantistica di Google

La quantistica usata da google

Quantum supremacy using a programmable superconducting processor, ossia Supremazia quantistica usando un processore superconduttivo programmabile. Traduzione: Sycamore, il computer quantistico di Google, è riuscito a conseguire la cosiddetta supremazia quantistica, ossia a svolgere nel giro di pochi minuti, e per la prima volta al mondo, una serie di operazioni che i computer tradizionali impiegherebbero decine di migliaia di anni a svolgere.

E pochi giorni fa i suoi programmatori lo hanno utilizzato per far girare un algoritmo che genera sequenze di numeri casuali, la prima vera applicazione pratica del processore quantistico. Cui ne seguiranno certamente molte altre.

La supremazia quantistica di Google

La pubblicazione della Ricerca

La pubblicazione della ricerca sembra sgombrare il campo anche dalle polemiche che nelle settimane scorse avevano seguito la pubblicazione delle prime indiscrezioni a proposito del raggiungimento di questo significativo obiettivo ad opera dei ricercatori di Google.

Proprio ieri un gruppo di ricercatori di Ibm, l’altra azienda che sta lavorando per raggiungere lo stesso obiettivo, in un post avevano confutato le conclusioni cui erano giunti i ricercatori di Google e di cui erano già trapelate indiscrezioni. i ricercatori Ibm affermano che Google non ha sfruttato appieno il potenziale di archiviazione del supercomputer. Tenendo conto di ciò, hanno calcolato che in realtà sarebbe ragionevole per un supercomputer classico fare questo calcolo. “Una simulazione ideale della stessa attività può essere eseguita su un sistema classico in 2,5 giorni e con una fedeltà molto maggiore” quando viene sfruttata la memoria.

Recommended For You

Avatar

About the Author: Notiziepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *