Il Covid-19 in Germania lo si combatte con il plasma dei guariti, e funziona

Combattere Il Coronavirus grazie al plasma dei guariti

Combattere Il Coronavirus grazie al plasma dei guariti

Il mondo è alle prese nel trovare una soluzione efficacia per contrastare i pazienti affetti di Coronavirus,Il virus che causa una malattia respiratoria .

In Germania, hanno scelto la via degli anticorpi nel plasma sanguigno, e il trattamento funziona. È stato concesso il permesso di produrre e utilizzare il plasma terapeutico. Ora si cercano donatori di plasma che sono già guariti dalla malattia polmonare. Come riporta L’Istituto di medicina trasfusionale di Bad Oeynhausen ha ricevuto l’approvazione per l’utilizzo di plasma terapeutico per il trattamento dei pazienti affetti da Covid-19.

Il plasma sanguigno dei pazienti che si sono ripresi dall’infezione contiene anticorpi

In realtà non è nulla di nuovo, infatti anche in Cina Alcuni pazienti di Covid-19 sono stati trattati con plasma sanguigno. I medici di Shenzhen hanno somministrato 400 millilitri di plasma trattato a cinque pazienti gravemente malati di Covid-19. Il plasma introdotto proveniva da pazienti infetti anche loro da Covid-19.

Combattere Il Coronavirus grazie al plasma dei guariti
Combattere Il Coronavirus grazie al plasma dei guariti

l plasma dei pazienti sani contiene i cosiddetti anticorpi IgG. Questi sono importanti per il corpo per riconoscere il virus e combatterlo efficacemente. I pazienti trattati in questo modo avevano un’età compresa tra i 36 e i 65 anni. Il decorso della loro malattia era così grave che tutti loro dovevano essere ventilati meccanicamente in clinica.

Il Trattamento

Il trattamento con vari agenti antivirali e steroidi non aveva precedentemente portato ad un miglioramento delle condizioni critiche di uno qualsiasi dei pazienti. Entro tre giorni dalla somministrazione del plasma, si è osservato un rapido miglioramento: la temperatura corporea di quattro dei cinque pazienti si è normalizzata, il funzionamento degli organi e le funzioni polmonari sono migliorate. In tutti e cinque i pazienti è stata misurata una diminuzione della carica virale. Addirittura, in un paziente non è stato rilevato alcun Sars-CoV-2 il giorno successivo, in altri due ci sono voluti tre giorni e negli altri due pazienti dodici giorni per essere liberi dal virus. 

Recommended For You

Avatar

About the Author: Notiziepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *