Categories: scienza

Elon Musk: Pronti al collegamento cerebrale fra uomo e macchina

Advertisement

Connettere il cervello umano con l’intelligenza artificiale adesso diventa possibile

Il progetto di Elon Musk per il collegamento cerebrale sarà pronto in meno di un anno. Elon Musk in una conferenza stampa spiega i progressi che sono stati in grado di conquistare nel campo della scienza.

L’obiettivo dell’azienda Neuralink è quello di collegare “fili” nel cervello umano che consentono a specifiche aree del cervello umano di comunicare con l’esterno , in modo che le persone con settori cerebrali danneggiati possano recuperare le capacità di parlare, ascoltare o muoversi.

In pratica, si effettua un foro nel cranio, che lascia solo una piccola cicatrice, e si inserisce il dispositivo”, dichiara Musk, spiegando che gli scienziati di Neuralink stanno concentrando i propri sforzi per creare dei “fili” flessibili, dieci volte più sottili di un capello umano, allo scopo di curare lesioni e traumi cerebrali

collegamento cerebrale

Potremmo essere in grado di impiantare un collegamento neurale in una persona in meno di un anno” sostiene Musk

Advertisement

La società ha letteralmente creato una tecnologia che imita la macchina da cucire

Il collegamento cerebrale

Come spiegato dal fisico, i test effettuati finora sono stati su animali da laboratorio con un massimo di 1.500 elettrodi . Per questo hanno letteralmente usato una “macchina da cucire” in grado di impiantare sei fili al minuto (192 elettrodi) senza intaccare i vasi sanguigni. I fili che Neuralink utilizza hanno un diametro minuscolo e hanno una straordinaria flessibilità che li rende ancora meno dannosi rispetto  ai trapianti attuali.

Allo stesso tempo, questa unione consente di gestire più informazioni (dieci volte di più rispetto alla tecnologia disponibile)Le informazioni che i thread possono raccogliere verranno inviate a un dispositivo situato nella testa (prevedibilmente sopra l’orecchio), che lo memorizzerà e lo invierà a un computer o dispositivo in grado di analizzare i dati e intraprendere le azioni che ritiene appropriate. Attualmente, procede attraverso un USB-C, ma hanno in programma di farlo con un processo wireless.

Nonostante al momento esistano metodi che aggiungono impianti al cervello e possono leggere l’attività del cervello umano, nessuna delle tecnologie si adatta all’intenzione di Neuralink: “leggere direttamente i picchi neurali in modo minimamente invasivo” . Uno dei rischi che tengono aperti è che si forma del tessuto cicatriziale attorno agli impianti, annullando l’invio e la ricezione di segnali.

Advertisement

IL PRIMO IMPIANTO NELL’UOMO POTREBBE ARRIVARE NEL 2021

La società prevede di essere in grado di eseguire i primi test sull’uomo nell’ultimo trimestre del 2019 e i primi impianti nel 2020. Per lanciare i primi esperimenti, avranno neuroscienziati all’Università di Stanford e secondo Elon Musk «avendo questo in un paziente umano entro la fine del prossimo anno ».

Nonostante l’ottimismo della ricerca e dei progressi, hanno ancora molti ostacoli da superare. In primo luogo, non hanno ancora il permesso delle autorità statunitensi competenti per consentire loro di testare di persona; secondo, mostrano un chiaro bisogno di assunzioni. Inoltre, quest’ultimo sarebbe il motivo per cui la società ha deciso di rendere pubblica la scoperta e il futuro obiettivo.

ELON MUSK, CO-FONDATORE DI PAYPAL, TESLA MOTORS O SPACEX

Il fisico, l’invenzione e il magnate di origini sudafricane Elon Musk non sta solo rivoluzionando la mobilità elettrica e la tecnologia di lancio di un razzo, ma si sta imbarcando in progetti come Neuralink. Questa azienda cerca di avvicinare la tecnologia ai corpi umani.

Per un futuro molto lontano, affermano che ” vogliono essere in grado di apprendere automaticamente una lingua come in Matrix , nonostante sia ancora qualcosa di molto remoto che non potremmo mai vedere.

Advertisement
Advertisement
Notiziepress

Recent Posts

Mini-luna sta per entrare nell’orbita terrestre

Una nuova mini Luna sta per essere attirata dall'orbita terrestre A partire dal 15 ottobre… Read More

5 giorni ago

LA VITA PUÒ SOPRAVVIVERE ALLA MORTE DI UNA STELLA?

La vita, sarebbe in grado di sopravvivere alla morte di una Stella? Molti astronomi si… Read More

1 settimana ago

C’è vita su Venere

C'è vita su Venere, li nell'atmosfera,dove la temperatura è più fresca C'è vita su Venere,… Read More

2 settimane ago

Un robot scrive un articolo:”Non distruggeremo l’umanità”

Un Robot scrive un articolo assicurando che l'intelligenza artificiale non ha intenzione di distruggere l'umanità.… Read More

2 settimane ago

Le lune di Giove potrebbero riscaldarsi a vicenda.

Giove a le Sue Lune potrebbero riscaldarsi a vicenda In un processo chiamato riscaldamento di… Read More

2 settimane ago

Le Misteriose Foreste di Pietra di yunnan

Come sono nate Le Misteriose Foreste di Pietra di yunnan? Come sono nate Le Misteriose… Read More

2 settimane ago